• Serie A: Atalanta-Inter e Juve-Lazio, doppio big match

Serie A: Atalanta-Inter e Juve-Lazio, doppio big match

Ma dopo ko Lilla trappola Verona; turno pro Sassuolo Napoli Roma

Tutto gioca in favore del capolista Milan che, seppure azzoppato in Europa League, ha un avversario ostico come il Verona, ma scende in campo a giochi fatti conoscendo i risultati dei suoi contendenti in una giornata, l'ultima prima delle soste per la nazionale, che vede due big match: Lazio-Juve e Atalanta-Inter. Ma i rossoneri, che dovranno assorbire lo scivolone col Lilla, potrebbero pure trovarsi a inseguire perche' il Sassuolo meraviglia di De Zerbi, che apre le ostilita' della settima di campionato stasera, potrebbe trovarsi solo in vetta se batte l'Udinese.
    Turni in trasferta di medio calibro per Roma (che però ha perso Dzeko, positivo al Covid) e Napoli, impegnate a Genova e Bologna. Spettacolare la sfida tra Cagliari e Sampdoria tra due tecnici che si rincorrono (Ranieri ha sostituito due volte Di Francesco), il Torino puo' lasciarsi alle spalle la crisi se, dopo il Genoa, supera in casa il Crotone. Iachini rischia la panchina con la Fiorentina in casa del Parma di Gervinho mentre nell'appuntamento tra neopromosse Benevento favorito sullo Spezia.
    La sfida piu' intrigante del fine settimana e' quella tra nerazzurri. L'Atalanta di Gasp, dopo un inizio strepitoso, e' in affanno. Le assenze di Gosens e De Roon pesano, i ko con Samp, Napoli e la dura lezione subita dal Liverpool stanno scalfendo molte certezze. Pari difficolta' incontrera' pero' l'Inter di Conte che ha perso punti nel derby, col Parma e si e' complicata la vita in Champions col ko di Madrid. L'assenza di Lukaku, le difficolta' di De Vrij, Hakimi e Vidal lasciano strascichi in un gruppo che si affida a un Barella sempre piu' tonico. Se rientrera' Lukaku ci sara' una sfida suggestiva con Zapata.
    Una sconfitta pesera' per entrambe, stesso discorso per il confronto dell'Olimpico. La Juve ha sistemato il comodo girone di Champions vincendo in Ungheria, Morata si e' riambientato bene e duetta mirabilmente con Ronaldo. Manchera' Rabiot, in difesa dovrebbe rientrare Chiellini, ma le frenate con Crotone e Verona mostrano le difficolta' che sta incontrando Pirlo. La Lazio si affida al salva-partite Caicedo ed e' impelagato nella questione della positivita' controversa di Immobile (anche oggi assente dall'allenamento, e la cui disponibilità per la sfida con i bianconeri si capirà soltanto domani quando saranno resi noti gli esiti dei tamponi effettuati stamane a tutto il gruppo squadra), che dovrebbe dare forfeit con Strakosha e Leiva mentre Luis Alberto e' tornato negativo.
    Il Milan di Ibra (7 gol in 4 gare) e' pronto a rintuzzare l'eventuale allungo del Sassuolo (che gioca e fa risultati con Raspadori e Lopez e comunque recupera Berardi e Caputo), ma trovera' un ostacolo duro nel Verona di Juric, trascinato da Barak, che ha subito solo tre gol. I rossoneri giocano bene e fanno risultati a getto continuo anche se dopo 24 risultati utili sono incappati nel tracollo col Lilla. Se vinceranno coi veneti rafforzeranno pero' le loro ambizioni di primato. Il Napoli recupera Osimhen, valuta le condizioni di Insigne e cerca tre punti col Bologna di Barrow per riscattare l'harakiri col Sassuolo, ma la squadra ha mostrato col Rijeka di essere un po' stanca. Meno complicato sembra il compito di una Roma continua e puntellata in difesa da Smalling in casa di un Genoa affaticato dagli impegni ravvicinati e da una rosa ridotta dai casi covid.
    I giallorossi sono in costante crescita, hanno vinto di goleada con le riserve col Clluij e sembrano in grado di scalare la classifica. Turno delicato infine per la Fiorentina che giochera' in casa di un Parma in salute. Se Iachini non fa risultato potrebbe perdere la panchina in favore del ritorno dell'ex ct Prandelli. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie