Genoa focolaio senza fine, sono 22 i contagiati

Ancora tre giocatori positivi: Criscito, Biraschi e Males

Non si ferma l'evoluzione del contagio che ha colpito il Genoa. Dopo i casi dei giorni scorsi infatti anche oggi sono stati trovati positivi tre giocatori. Un vero e proprio incubo senza fine quello che si sta vivendo in casa Grifone. Dal primo caso di Covid 19, quello di Mattia Perin di sabato scorso ai tre nuovi di oggi sono infatti in totale 22 tra giocatori e personale dello staff tecnico e medico ad aver contratto il virus. I nuovi tre casi riguardano tutti giocatori. Si tratta di Domenico Criscito, il capitano peraltro assente a Napoli in quanto appena rientrato da un infortunio muscolare, Davide Biraschi e Darian Males. Proprio Criscito ha voluto commentare su instagram , rassicurando tutti, la sua positività. "Questa mattina (ieri,ndr) sono risultato positivo al covid-19, voglio rasserenare tutte le persone a me vicine e non, che sto bene, la mia famiglia sta bene e attendiamo solo il decorso del virus. Torneremo più forti di prima". Criscito e gli altri di ieri si aggiungono così ai 14 compagni già risultati positivi: da Perin e Schone nel week end scorso, agli 8 di lunedì, Lerager, Radovanovic, Pellegrini, Melegoni, Marchetti, Cassata, Pjaca, Zappacosta, proseguendo con Behrami mercoledì, Destro giovedì, sino a Zajc e Brlek venerdì e appunto Criscito, Biraschi e Males oggi. Mentre i cinque componenti degli staff sono Donato, Perasso, Gatto, Cistaro e Bressan. Per i rossoblù al momento è previsto oltre all'isolamento domiciliare sotto stretto controllo medico anche lo stop agli allenamenti per i pochi giocatori risultati ancora negativi. Da lunedì potrebbero riprendere le sedute ma prima dovrà arrivare il via libera dalla ASL 3 genovese e soprattutto conterà l'evoluzione del quadro clinico del gruppo considerando che i tamponi per i giocatori proseguono quotidianamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie