Giro: Peters vince per distacco ad Anterselva

Carapaz resta in rosa e allunga su Nibali. Squalo: 'Non ero proprio in giornata'

Il francese Nans Peters ha vinto per distacco la 17/a tappa del 102/o Giro d'Italia di ciclismo, da Commezzadura (Trento) ad Anterselva (Bolzano), lunga 181 chilometri. Peters ha preceduto sul traguardo il colombiano Esteban Chaves, secondo a 1'34"; Davide Formolo, terzo a 1'51"; Fausto Masnada, quarto, e il lettone Krists Neilands, quinto, sempre a 1'51". L'estone Tanel Kangert è sesto, a 2'02"; Valerio Conti settimo, a 2'08". Gianluca Brambilla ottavo, con lo stesso tempo; il britannico Chris Hamilton è nono a 2'22" e Andrea Vendrame decimo a 2'34". ORDINE DI ARRIVO E CLASSIFICA

L'ecuadoriano Richard Carapaz, nel giorno del suo 26simo compleanno, ha conservato la maglia rosa dopo la 17/a tappa, disputata fra Commezzadura (Trento) e Anterselva (Bolzano), lunga 181. Su di lui l'unico a guadagnare è stato lo spagnolo Mikel Landa, scattato sull'ultima salita. Carapaz, dal canto suo, ha guadagnato - sfruttando l'attacco di Miguel Angel Lopez - su Vincenzo Nibali e Primoz Roglic.  Carapaz, grazie allo scatto di oggi sull'ultima salita, fa salire il proprio vantaggio su Nibali, secondo in classifica, che adesso insegue a 1'54", e su Roglic, che è a 2'16". Lo 'Squalo' ha dunque perso 7" rispetto alla maglia rosa, sempre più incollata sulle spalle dell'ecuadoriano, e 'solo' 19" da Landa, protagonista nel finale di tappa. Landa adesso è a 3'03" dal compagno della Movistar, Carapaz. 

Nibali, oggi non ero proprio in giornata - "Oggi non ero proprio in giornata, ma è passata anche questa tappa e per me, alla luce di quanto è successo, va bene così". Così Vincenzo Nibali, subito dopo il traguardo di Anterselva, nei pressi del quale è stato staccato da Mikel Landa (di 19") e dalla maglia rosa Richard Carapaz, che ha guadagnato 7". "Ho voluto approfittare della ruota di Miguel Angel Lopez che, nel finale, ha attaccato. Il mio obiettivo è di guadagnare secondi ogni giorno. Cerco di approfittare della mia condizione e di quella dei miei compagni di squadra. Il mio compleanno? Festeggerò poco, perché siamo nella fase decisiva del Giro d'Italia. Il mio vantaggio su Roglic in vista dell'ultima crono? Può bastare, ma voglio guadagnare ancora sulle ultime salite". Così Richard Carapaz, maglia rosa del 102/o Giro d'Italia di ciclismo, commenta il verdetto di Anterselva, che gli ha permesso di guadagnato 7" sul secondo classifica della generale, Vincenzo Nibali.

 

   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie