Post-it

Al via Good Energy Award, da agroalimentare a aerospazio

Le imprese si sfidano nell'innovazione energetica

Post-it

MILANO - Parte la sfida tra le imprese che si sono distinte nell'innovazione energetica con progetti rivolti alla sostenibilità ambientale, nei settori agroalimentare, industriale e anche aerospaziale. A lanciarla è Bernoni Grant Thornton, studio milanese di consulenza fiscale, legale e advisory, con il Good Energy Award 2017, in programma il 21 settembre 2017 a Milano.

Il premio punta a riconoscere il coraggio di investire in un mercato innovativo in modo responsabile verso l'ambiente, l'economia e il territorio. Leadership di settore e attenzione al progresso tecnologico sono le caratteristiche vincenti che dovranno avere queste realtà per essere selezionate, insieme ad aspetti come la promozione di una migliore qualità ambientale e ricerca dell'efficienza energetica, la valorizzazione del territorio, la reingegnerizzazione dei processi aziendali in chiave di sviluppo sostenibile, ma anche la valorizzazione dei giovani e della componente femminile del management. Tra i criteri di selezione, anche la percentuale di investimenti in attività di ricerca e sviluppo nell'innovazione rispetto al fatturato e i risultati di business.

In gara ci saranno quindi quelle imprese che hanno attuato progetti, politiche ed investimenti finalizzati alla sostenibilità ambientale con una significativa riduzione della componente energetica, quelle che si sono distinte attraverso il miglioramento delle performance dei prodotti e degli impatti ambientali, ma anche le realtà che si sono contraddistinte nella ricerca e sviluppo. La giuria è presieduta da Maurizio Fauri, professore di sistemi elettrici per l'energia presso l'Università di Trento e preside del Polo tecnologico per l'energia di Trento. Il Premio Gea 2017 è sostenuto da Bosch e da Coop Lombardia e ha il patrocinio scientifico di diverse associazioni e fondazioni.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie