Conte, critiche su Cina pretestuose, M5s avrà respiro globale

Il riferimento è alle polemiche scatenate dalla visita di Beppe Grillo, che in un primo tempo doveva essere accompagnato anche dall'ex premier, all'all'ambasciatore della Repubblica Popolare a Roma

"Per impegni e motivi personali, non ho potuto essere presente all'incontro con l'ambasciatore cinese. Ho incontrato già nelle scorse settimane vari ambasciatori e leader politici stranieri. L'ho fatto quale ex-presidente del consiglio e leader in pectore del M5s. Ho già preannunciato che il neo-Movimento avrà un respiro marcatamente internazionale. Faremo in modo che l'esperienza che ho maturato a livello internazionale sia un valore aggiunto per un Movimento che intende rinnovarsi profondamente. Le polemiche sollevate in queste ore sono del tutto pretestuose". Lo dichiara l'ex premier Giuseppe Conte.

Il riferimento è alla polemica tutta scatenata dalla notizia di una visita definita "di routine" dell'ex premier e leader in pectore del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, in compagnia di Beppe Grillo, all'ambasciatore della Repubblica Popolare a Roma. Alla fine in ambasciata ci andrà solo Grillo ma la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha comunque reagito bollando l'M5S come "quinta colonna della Cina". E anche il partito di Matteo Renzi, per bocca del deputato Davide Faraone, non le aveva mandate a dire prima del forfait di Conte: "L'azione dei riformisti e di Italia Viva - le sue parole - è plasticamente visibile oggi con un G7 dove il presidente Draghi rappresenta i valori dell'atlantismo e dell'europeismo al fianco di Biden. Negli stessi momenti l'ex premier, che abbiamo mandato a casa, era all'ambasciata cinese con il comico Grillo. L'Italia è in buone mani: questo governo ha messo populisti e sovranisti all'angolo".

"Continuerò a farlo anche nelle prossime settimane, incontrando leader e ambasciatori di tutti i continenti. Faremo in modo che l'esperienza che ho maturato a livello internazionale sia un valore aggiunto per un Movimento che intende rinnovarsi profondamente. D'altronde le sfide più complesse che la politica deve affrontare hanno una dimensione globale e programmare un'azione meramente domestica significa pregiudicarsi la possibilità di un'azione politica veramente efficace", aggiunge Conte.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie