'Vik' Arrigoni cronista honoris causa

Madre Egidia, senza di lui un pezzo di storia in meno

(ANSA) - MILANO, 03 MAG - Vittorio 'Vik' Arrigoni, il pacifista e attivista per i diritti umani rapito e ucciso a Gaza, in Palestina, di cui ricorre quest'anno il decimo anniversario della morte, è stato iscritto honoris causa nell'albo dell'Unione Nazionale Cronisti Italiani.
    L'iniziativa, promossa dal Gruppo Cronisti Lombardi (Arrigoni era originario della Brianza Lecchese) dell'Associazione Lombarda dei Giornalisti, è stata perfezionata oggi in occasione della Giornata Mondiale per la Libertà di Stampa "per l'importante contributo dato da Arrigoni con le sue cronache da Gaza e da altre parti del mondo" dove faceva il volontario, spesso incurante di bombardamenti e in condizioni di lavoro difficilissime.
    "Sono commossa e onorata - ha detto la madre, Egidia Beretta, presidente della Fondazione Vik Utopia - e credo che senza quanto da lui scritto oggi avremmo un pezzetto di storia in meno. Credo che lui abbia avuto i coraggio di raccontare quando gli altri tacevano".
    Gli articoli scritti per Il Manifesto sull'offensiva israeliana 'Piombo Fuso' di cui è stato uno dei pochi reporter testimoni diretti sono raccolti nel libro 'Restiamo Umani', uscito nel 2011. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie