Covid, Moratti: mai pensato di declinare vaccini e reddito

L'AUDIO della gaffe del vicepresidente della Lombardia

Nessun accenno esplicito al Pil bensì a una "prevalenza e incidenza elevate" del virus, "all'elevata urbanizzazione" e alla "mobilità intra ed extra regionale" della Lombardia, "manifestazione del dinamismo economico" della regione che "deve essere preservato in quanto motore trainante del Paese". Sono questi i "fattori" da tenere in considerazione secondo il vicepresidente della Regione Letizia Moratti, nella lettera inviata al commissario Arcuri in cui si chiede "la revisione degli step di approvvigionamento dei vaccini anti-Covid 19, con anticipo delle dosi".


"Non ho mai pensato di declinare vaccini e reddito". E' quanto ha precisato in Consiglio regionale il neo vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti, rispetto a quanto emerso ieri dalla riunione con i capigruppo. "Il Pil è un indicatore economico-finanziario che attesta l'attività in una Regione, che, questo sì, ho detto, è il motore dell'Italia. In questo senso questa Regione ha la necessità di essere tenuta in considerazione, non parlo di piano vaccini ma di zona rossa", ha chiarito Moratti.

Letizia Moratti, l'audio della gaffe sui vaccini

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie