Usa: a Washington scatta l'allarme Covid per la Guardia Nazionale

Timore contagi, almeno 43 soldati nella capitale già positivi

Negli ultimi giorni migliaia di truppe della Guardia Nazionale si sono riversate a Washington da tutto il paese per garantire che l'insediamento di Joe Biden avvenga senza scontri o violenze. Il problema tuttavia non è solo quello della sicurezza, ma anche del coronavirus: almeno 43 soldati dispiegati a Washington hanno contratto il covid, secondo quanto riportato dal Military Times. Anche se nessuno di loro si è contagiato mentre era in servizio in città, come ha spiegato il capitano dell'aeronautica militare Tinashe T. Machona.
Un portavoce della D.C. National Guard, il maggiore Matt Murphy, ha affermato che le truppe con sintomi sono state sottoposte al tampone, ma visto l'enorme numero di soldati in arrivo nella capitale Usa non è possibile testare tutti. "Tutti i 50 stati, tre territori e il District of Columbia sono coinvolti in questa operazione", ha spiegato il maggiore Murphy.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie