Perù: ex presidente Fujimori a giudizio per sterilizzazioni forzate

Fra il 1990 e il 1999 la campagna coinvolse oltre 300.000 donne, per lo più indigene, madre di più figli

Un tribunale del Perù terrà oggi una seduta per permettere alla Procura peruviana di formalizzare i capi d'accusa nei confronti dell'ex presidente Alberto Fujimori per una campagna di sterilizzazioni forzate che fra il 1990 e il 1999 coinvolse oltre 300.000 donne, per lo più indigene, madri di più figli.

Attraverso una udienza virtuale, riferisce la radio RPP di Lima, il giudice Rafael Martín Martínez ascolterà la relazione del pm Pablo Espinoza che formulerà le accuse contro Fujimori, gli ex ministri della Salute dell'epoca, ed altre importanti personalità coinvolte nella realizzazione del piano governativo che risale a più di 22 anni fa.

Secondo l'emittente la Procura sosterrà la tesi che le sterilizzazioni realizzate senza il consenso delle donne coinvolte, sicuramente alcune migliaia, rappresentano "crimini contro l'umanità" che dovranno essere puniti severamente. 

Attualmente Fujimori, 81 anni, è in carcere per scontare una pena di 13 anni per crimini contro l'umanità e corruzione.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie