All'Europarlamento la Lega vota contro i coronabond

A sottolineare la notizia è il leader dei Verdi Angelo Bonelli.

   "Ieri nel Parlamento Europeo è andata in scena la fiera dell'assurdo che ha danneggiato e sbeffeggiato l'Italia. La Lega di Salvini ha detto no ad un emendamento dei Verdi che chiedeva l'introduzione dei Coronabond, da istituire nel pacchetto Ue per rispondere alla crisi economica determinata dalla pandemia, votando insieme a quelle forze sovraniste e di destra che attaccano sistematicamente il nostro paese." Lo dichiara il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli.
    "I campioni salviniani di patriottismo, da Rinaldi alla Donato, la parlamentare che ha fracassato le orecchie di tanti perché si è messa a fare un corteo a suon di clacson con la sua auto per protestare contro l'Europa - spiega Bonelli - hanno votato sostenendo le posizioni del governo olandese e dei sovranisti, ovvero niente coronabond e niente mutualizzazione del debito causato dalla crisi da coronavirus: questi sono falsi patrioti che in Italia fingono di difendere il nostro paese ma fuori confine si alleano con i nemici dell'Italia".
    "C'è un'altra incredibile e assurda votazione che dobbiamo denunciare - continua l'esponente dei Verdi - che riguarda la forza politica più importante della maggioranza di Governo del nostro paese, il M5S che ha votato contro l'introduzione del 'Recovery Fund', ovvero il fondo comune dell'UE che dovrebbe finanziare la ripresa economica dell'Europa e quindi anche dell'Italia. Due domande a Di Maio e Conte: la posizione del M5S e del governo è quella del no anche al 'Recovery Fund' proposto dalla Francia? E dopo aver detto di no anche al MES senza condizioni per finanziare la sanità, come pensate di sostenere finanziariamente la ripresa economica del nostro Paese ?", conclude Bonelli.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie