Crimi, no a logiche dell'austerity

Fare attenzione a tema degli strumenti di condizionalità soft

(ANSA) - ROMA, 3 APR - "Pieno sostegno al presidente Conte nella delicata e difficile trattativa che sta conducendo in Europa e per l'Europa. Condivido l'impossibilità di un percorso che preveda il ricorso a logiche e a strumenti legati all'età dell'austerity, che riteniamo già superati de facto a causa degli eventi che stiamo vivendo". Lo afferma in una nota il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.
    "Si sente spesso parlare del ricorso a strumenti con condizionalità 'soft', ma bisogna fare estrema attenzione su questo tema ed essere consapevoli che, dopo la fase emergenziale, ci sarà il ritorno ai vincoli di stabilità. Ed è lì che si potrebbero nascondere insidie molto rilevanti: quando saranno riattivate le condizionalità oggi sospese, c'è il rischio che si inneschino conseguenze inaccettabili per il nostro Paese. Per questa ragione è necessario essere chiari non solo sulle politiche economiche da adottare per il presente, ma anche sugli sviluppi futuri"

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie