Manovra: taglio plastic tax del 70%, esclusa riciclata

Gettito 2020 a 330 mln. Non si applica a imballaggi medicinali

Cambia la plastic tax: secondo quanto si apprende, come primo passo all'interno del piano per la plastica sostenibile, la tassa sarà ridisegnata, con una riduzione di gettito del 70% (a circa 330 milioni nel 2020) e un rafforzamento della sua funzione di incentivo al riciclo, al riuso e all'innovazione. Saranno esclude dalla nuova imposta anche la plastica riciclata (come è già per la biodegradabile e compostabile) e tutti i dispositivi medici e gli imballaggi di medicinali, incluse le siringhe.

"Abbiamo cominciato a lavorare al Piano nazionale plastica sostenibile. Ieri al Mef la prima riunione con il Mise, il ministero dell'Ambiente, tutta la filiera, i sindacati ed enti territoriali per ridurre il consumo di plastica monouso e promuovere il riciclo". Lo annuncia il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, su Twitter.

Un rinvio a luglio della lotteria degli scontrini, con una serie di semplificazioni e un periodo di sospensione delle sanzioni per i commercianti. E' il contenuto di alcuni emendamenti dei relatori al dl fisco, che sono ancora la vaglio del governo e non stati ancora depositati. Lo ha anticipato il relatore Gian Mario Fragomeli in una conversazione con i giornalisti, alla Camera. Confermati anche il rinvio del 730 a settembre e la riformulazione della norma su appalti e subappalti.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie