Stop a numero chiuso, #Medicina vola su twitter

Pro e contro: 'Libertà di scelta per gli studenti' ma 'strutture non adeguate'

Il governo annuncia l'abolizione del numero chiuso per l'accesso alla facoltà di Medicina e il popolo del web si scatena in commenti seri ed ironici facendo volare l'hashtag #Medicina in testa ai trending topic più chiacchierati. Subito dopo però Palazzo Chigi è costretto a precisare che si tratta di un obiettivo di medio termine da perseguire gradualmente aumentando via via i posti disponibili. "Ipotizzo che l'anno prossimo le lezioni di #Medicina si terranno all'arena di Verona o a San Siro" è uno dei commenti più ricorrenti, accompagnati da foto e Gif di autobus stracolmi di passeggeri o di scatole zeppe di sardine. La pensa così anche una studentessa che si firma @wontbebambie: "Continuate a dare aria alla bocca urlando all'ingiustizia: nel mio corso di #medicina siamo in 120 ed è un numero che considero già al limite. Mi dispiace, ma da esterni non sempre si riesce a comprendere l'importanza della qualità della didattica, del rapporto studente-docente".
    Tra i favorevoli all'abolizione del numero chiuso c'è invece chi scrive: "Ma a voi che dite che se il test d'ingresso a #Medicina verrà tolto riusciranno a laurearsi anche gli incompetenti, sapete che per laurearsi bisogna avere una certa preparazione? O credete che ora le lauree le regalino tipo il diplomino alla fine del saggio di danza?". "Anche a economia (aziendale) al primo anno - scrive un'altra studentessa universitaria - mi sono spesso seduta a terra e al terzo sì e no si riempiva mezza aula! La selezione naturale c'è ovunque". L'argomento della libertà di scelta è uno dei più ricorrenti.
    "Mi fanno troppo ridere queste persone che sono contrarie all'abolizione del numero chiuso a Medicina, ma voi come vi sentireste a vedervi svanire la possibilità di poter svolgere il lavoro dei vostri sogni?", scrive un navigatore. Un altro utente, Fulvio, è sulla stessa linea: "Il numero chiuso va abolito completamente e immediatamente da tutte le facoltà delle università italiane. #Medicina, se fosse vero, non basta. C'è da impegnarsi ad abolire del tutto questa infame forma di esclusione agli studi classista e ingiusta". Una docente, Liliana Amerise, scrive: "Ho visto molti miei studenti bravi, preparati, motivati soffrire e rinunciare al sogno di fare il medico! Lasciamo ai giovani la scelta, la selezione avviene naturale! Si parte in tanti, pochi arrivano, ma buoni".
    Sara chiede al Governo, via twitter, "Perché piuttosto non ci fornite adeguate strutture scolastiche? Perché prima non pensate a mettere in sicurezza ed ampliare gli spazi adibiti allo studio ed a renderli più vivibili? A che serve abolire il numero chiuso di #medicina se NON CI STIAMO?". Da twitter a facebook, una pioggia di commenti e un dibattito interminabile, con qualcuno che ipotizza anche "un affarone con un bel po' di tasse in più con più iscritti e fuori corso", ma il pensiero più condiviso con l'hashtag #Medicina non è né di uno studente né di un prof: è un tweet del profilo satirico Le frasi di Osho che prende la palla al balzo e scrive: "Piuttosto sarebbe ora di introdurre il numero chiuso nei social" ottenendo subito più di mille 'mi piace'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie