Politica

Tortura: Manconi, non voto su Ddl

Testo è stato stravolto rispetto a mie posizioni iniziali

(ANSA) - ROMA, 17 MAG -"Il primo giorno della legislatura, il 15 marzo del 2013, presentai un ddl sulla tortura. Quanto accaduto in questi anni è stato lo stravolgimento di quel testo che ricalcava lo spirito profondo che aveva animato le Convenzioni e i trattati internazionali sul tema". Così il presidente della Commissione per i diritti umani e primo firmatario del disegno di legge che introduce il reato di tortura nell'ordinamento italiano, Luigi Manconi, annuncia la sua decisione di non partecipare al voto sul suo provvedimento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie