Migranti, Mattarella: servono azioni a livello planetario

Nel campo della solidarietà e accoglienza

Quello dell'immigrazione è "un fenomeno epocale e destinato a durare nel tempo" e "atteggiamenti solitari e di chiusura sono effimeri e inefficaci. Occorrono al contrario politiche unitarie e coerenti, azioni coordinate a livello planetario nel campo della solidarietà e dell'accoglienza". Questo l'appello del presidente Sergio Mattarella, che ha parlato di immigrazione oggi a Sarajevo, al meeting dei Paesi balcanici. 

"Servono politiche credibili in tema di attivazione di canali legali di migrazioni e rimpatri", ha detto ancora Mattarella parlando a Sarajevo dove ha anche ricordato che "serve uno sforzo di miglioramento delle condizioni di vita nei paesi da cui i flussi hanno origine".

"Pensare che la soluzione sia deviare i flussi verso altri Paesi e non nell'affrontare le sfide con lucidità appare singolarmente ingenuo", ha detto poi il presidente della Repubblica.

Parlando sempre al vertice dei Paesi balcanici chiamato processo di 'Drdo-Brioni', Mattarella ha spiegato che "dobbiamo colmare il ritardo della storia" e l'Europa deve lavorare per aumentare il livello di integrazione. "Siamo profondamente convinti che l'Unione europea non possa considerarsi definitivamente tale finchè in essa non saranno inclusi a pieno titolo tutti i Paesi balcanici". 

"Il rafforzamento dell'Unione Europea è un traguardo fondamentale e va perseguito aumentando l'integrazione e completando l'inclusione di Paesi che naturalmente gli appartengono". "Crisi e incertezze non ci devono distogliere da questo obiettivo: non esistono - ha aggiunto - opzioni diverse da quelle di un rafforzamento dell'integrazione" perchè "nessun Paese può fare da solo, la crisi si vince solo insieme".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie