Banche, Boschi: Sfiducia M5S? Vedremo chi ha maggioranza

Il ministro risponde sulla mozione di sfiducia presentata contro di lei da M5S

"Discuteremo in Aula, voteremo e poi vedremo chi ha la maggioranza". Così il ministro Maria Elena Boschi risponde in Transatlantico sulla mozione di sfiducia presentata contro di lei da M5S.

M5s, Boldrini calendarizzi sfiducia, Boschi spieghi - "La presidente Boldrini convochi con urgenza una capigruppo per calendarizzare la mozione di sfiducia contro il ministro Maria Elena Boschi". Lo chiedono in conferenza stampa alla Camera il capogruppo del Movimento 5 stelle a Montecitorio, Davide Crippa, e altri esponenti pentastallati, dopo aver presentato una mozione di sfiducia contro il ministro Boschi. "C'è un conflitto di interessi grande come una casa - afferma Alessandro Di Battista -. La Boschi dice vedremo chi ha i numeri. Proprio lei che fa parte di un governo non eletto parla di numeri? La sua famiglia è coinvolta in pieno e lei deve venire in Aula e spiegare".  "Le colpe dei padri non devono ricadere sui figli - dice ancora Di Battista - ma si deve capire se i provvedimenti presi dal governo, mentre il ministro Boschi per discrezione si assentava dal cdm, hanno favorito la sua famiglia. Speriamo che non solo la Lega, ma anche chi nel Pd è d'accordo con noi e non parla e l'opposizione votino la nostra mozione". E ancora Di Battista si chiede se "qualcuno del cerchio magico ha guadagnato qualche euro tra il decreto ed il suo arrivo in Aula, visto che su Banca Etruria ci sono state plusvalenze per circa 10 milioni di euro". "Il ministro Boschi, per dare un messaggio di trasparenza ed onesta', dovrebbe dimettersi da sola, senza aspettare la nostra mozione di sfiducia - afferma il pentastellato Villarosa -. il governo non ha fatto neppure un passettino indietro dopo aver ridotto sul lastrico migliaia di cittadini" "Il governo Renzi - afferma l'M5s Giarrusso - ha agito con estrema disinvoltura, Renzi aveva promesso che avrebbe risolto il conflitto di interessi mentre oggi ci sono 100 conflitti di interessi sotto gli occhi di tutti, c'è un ministro coinvolto che si allontana quando vengono prese decisioni importanti ammettendo l'esistenza di un conflitto di interessi gigantesco. E poi ci sfida dicendo vediamo chi ha la maggioranza. Ma noi presentiamo la mozione di sfiducia perché non si può pensare di andare avanti come se nulla fosse". Anche Di Battista aggiunge : "il conflitto di interessi ai cittadini costa decine di milioni di euro ogni anno, distrugge la libera concorrenza. Renzi proprio alla prima Leopolda disse che lo avrebbe risolto in 100 giorni quando sarebbe stato al governo, ma siamo passati dai 100 giorni a 100 conflitti di interessi e la sua ultima Leopolda di quest'anno e' naufragata e fallita proprio sul conflitto di interessi".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie