Politica

Papa: non contraddite con comportamento quanto predicate

A nuovi arcivescovi cui consegna il 'pallio'

"Non vorrei soffermarmi - ha detto il Papa all'inizio dell'omelia per la messa di consegna dei 'pallii' ai nuovi arcivescovi metropoliti - sulle atroci, disumane, e inspiegabili persecuzioni, purtroppo ancora oggi presenti in tante parti del mondo, spesso sotto gli occhi e nel silenzio di tutti". "Vorrei invece oggi - ha detto - venerare il coraggio degli apostoli e della prima comunità cristiana, di portare avanti l'opera di evangelizzazione".

"La Chiesa non è dei papi, dei vescovi, dei preti e neppure dei fedeli, è solo e soltanto di Cristo", ha detto il Papa nella messa di san Pietro e Paolo, durante la quale consegna il "pallio" a 46 nuovi arcivescovi metropoliti nominati nel corso dell'anno. "Una Chiesa senza testimonianza è sterile", ha aggiunto papa Bergoglio, è "un morto che pensa di essere vivo, un albero secco che non dà frutto, un pozzo arido che non dà acqua".

"La testimonianza più efficace e più autentica è quella di non contraddire, con il comportamento e con la vita, quanto si predica con la parola e quanto si insegna agli altri": così il Papa concludendo l'omelia. "Insegnate la preghiera pregando; annunciate la fede credendo; date testimonianza vivendo", ha concluso. Il pallio è una stola di lana simbolo di unione tra il Papa e le chiese locali.

"Dal 5 al 13 luglio - ha detto il Papa dopo l'Angelus - parto in Ecuador, Bolivia e Paraguay. Chiedo a tutti voi di accompagnarmi con la preghiera, affinché il Signore benedica questo mio viaggio nel continente dell'America Latina a me tanto caro, come potete immaginare". "La prossima settimana, dal 5 al 13 luglio - ha detto il Papa dopo l'Angelus recitato in piazza dalla finestra dello studio su piazza San Pietro davanti ad alcune migliaia di persone - parto in Ecuador, Bolivia e Paraguay. Chiedo a tutti voi - ha aggiunto - di accompagnarmi con la preghiera, affinché il Signore benedica questo mio viaggio nel continente dell'America Latina a me tanto caro, come potete immaginare". "Esprimo alla cara popolazione dell'Ecuador, della Bolivia e del Paraguay - ha aggiunto - la mia gioia di trovarmi a casa loro, e chiedo a voi in maniera par di pregare per me e per questo viaggio, affinché la vergine Maria ci dia la grazia di accompagnarci con la sua materna protezione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie