Razzi, una palla la storia del ministro Coreano ucciso

Parlato con ambasciatore a Roma, mi ha detto che è cazzata

"Mi viene da ridere, sono tutte palle.
    Ho parlato con l'ambasciatore coreano in Italia che mi ha detto che la storia del ministro ucciso a cannonate è una cazzata". Lo dice il senatore di Fi Antonio Razzi, grande amico della Corea del Nord al punto da non credere che ci sia un dittatura, commentando a La Zanzara su Radio 24 la notizia dell'uccisione del ministro della Difesa Hyon Yong-Chol reo di essersi appisolato durante una parata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie