Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: Xi'an, uomo dona pasti ai suoi 81 inquilini

Proprietario di casa aiuta gli inquilini durante il lockdown

(XINHUA) - XI'AN, 11 GEN - Ming Tinggui, 41 anni, locatore in una comunità del distretto Yanta di Xi'an, non si sarebbe mai aspettato di diventare famoso online per la sua generosità durante il lockdown per il Covid-19 della città.
    Xi'an, capoluogo della provincia dello Shaanxi, nella Cina nord-occidentale, ha imposto il lockdown in tutta la città il 23 dicembre 2021, nel tentativo di frenare la ricomparsa del Covid-19.
    Ming aveva 81 inquilini in quel momento, circa l'80% dei quali erano studenti venuti a Xi'an per frequentare corsi di formazione, iniziare tirocini o sostenere l'esame di ammissione ai corsi post-laurea, previsto tra il 25 e il 27 dicembre dello scorso anno.
    La maggior parte di loro aveva con sé solo poche cose che potevano entrare in una valigia, e non erano in possesso di pentole e padelle per cucinare. Durante il blocco, non avevano il permesso di uscire, e l'ora dei pasti era un grande problema.
    Avendo visto i suoi giovani inquilini vivere di spaghetti istantanei e snack, Ming ha deciso di cucinare per loro. Ha comprato più verdure possibili e ha detto ai suoi inquilini via WeChat che avrebbe potuto fornire loro la cena ogni giorno.
    La sua idea è stata accolta calorosamente. Gli ospiti hanno fatto le loro richieste nel gruppo WeChat ogni giorno, e Ming ha preparato i loro pasti.
    Anche sua moglie e sua madre di 65 anni si univano a lui per lavare le verdure e i piatti. Anche se all'inizio dell'isolamento le scorte di cibo erano scarse, riusciva comunque a comprare un po' di carne per i suoi giovani inquilini affamati.
    Ming riceveva fino a 45 ordini al giorno. Alcuni degli affittuari volevano pagarlo per la cena, ma si è sempre rifiutato. L'uomo ha detto che non cucinava per soldi, ma per aiutare chi ne aveva bisogno.
    Pensando alla sicurezza dei suoi ospiti, Ming ha diviso le ordinazioni in piccoli gruppi in modo che potessero andare a prendere la cena uno alla volta mantenendo una distanza di due metri l'uno dall'altro.
    Molto commossi, gli inquilini hanno parlato del suo buon cuore ai media locali, facendolo diventare famoso da un giorno all'altro. Sentendo della sua generosità, molte persone si sono offerte di dare a Ming dei soldi per aiutare a sfamare i suoi giovani inquilini, ma l'uomo ha gentilmente rifiutato.
    Ming ha deciso di continuare a preparare i pasti per i suoi affittuari finché l'isolamento non sarà finito, o almeno fino a quando il cibo da asporto non sarà disponibile. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie