Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: boom turismo legato alla neve e al ghiaccio (2)

(XINHUA) - HARBIN, 04 GEN - Situato sulle montagne Changbai, lo Snow Village nella città di Hailin nello Heilongjiang ha dato il via alla stagione turistica annuale il 29 dicembre, quando le temperature locali sono scese a circa -20 °C, trasformando il villaggio in un paese delle meraviglie innevato.
    Fan Zhaoyi gestisce un bed and breakfast nel villaggio.
    Giorni prima dell'apertura, ha immagazzinato moltissimo cibo e ha fatto completare alcuni lavori di manutenzione in preparazione all'arrivo dei turisti.
    Fan racconta che l'attrazione è diventata sempre più popolare tra i visitatori della Cina meridionale, dove è difficile trovare un tale impressionante paesaggio innevato. Nel villaggio settentrionale, il tempo nevoso può durare sette mesi all'anno.
    Il villaggio ha condotto esercitazioni di emergenza per tutto il personale e ha fornito formazione sulla prevenzione delle malattie infettive e sulla risposta alle emergenze. Inoltre il sito è dotato di un laboratorio mobile di analisi per i test molecolari, con una capacità giornaliera di 10.000 campioni elaborati.
    In passato lo Snow Village era una fattoria forestale e Fan vi lavorava come taglialegna. Lo sviluppo del turismo della neve e del ghiaccio ha favorito sia il miglioramento dell'economia locale che gli sforzi di protezione ambientale.
    Negli ultimi anni è aumentata anche la passione del popolo cinese per gli sport invernali, come lo sci notturno sotto i riflettori. Gli esperti hanno notato che l'economia legata a questo sport è diventata una nuova forza trainante economica nella Cina settentrionale. (SEGUE)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie