Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

A Pechino si respira un'aria sempre più buona

Raggiunto nel 2021 lo standard nazionale di qualità dell'aria

(XINHUA) - PECHINO, 04 GEN - Pechino ha fatto un passo avanti in termini di trattamento dell'inquinamento atmosferico dal momento che la città ha raggiunto lo standard nazionale di qualità dell'aria; è quanto reso noto oggi dalle autorità locali.
    Yu Jianhua, vice direttore dell'ufficio municipale di ecologia e ambiente della capitale cinese, ha infatti affermato nel corso di un briefing con la stampa che la concentrazione media della città di Pm2,5 per il 2021 è stata di 33 microgrammi per metro cubo, il livello più basso dall'inizio dei rilevamenti avvenuto nel 2013.
    L'indice Pm2,5 indica le particelle sospese nell'aria di 2,5 micron di diametro o più piccole, che possono penetrare in profondità nei polmoni delle persone.
    La metropoli ha inoltre osservato una diminuzione della sua concentrazione media di ozono arrivata nel 2021 a 149 microgrammi per metro cubo, facendo segnare per la prima volta il raggiungimento in contemporanea dello standard nazionale di livello 2 per le concentrazioni di Pm2,5 e ozono nella città.
    Yu ha inoltre precisato che lo scorso anno le concentrazioni medie di Pm10, diossido di azoto e diossido di zolfo a Pechino sono state rispettivamente pari a 55, 26 e 3 microgrammi per metro cubo.
    Nel 2021 la città ha registrato una buona qualità dell'aria per 288 giorni, in aumento di 112 giorni rispetto al 2013, con soli otto giorni di forte inquinamento atmosferico. (XINHUA)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie