Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: cinema, Golden Rooster Awards si apre al mondo (2)

(XINHUA) - XIAMEN, 03 GEN - Questo è il secondo anno di fila che la Cina ha rivendicato la corona del box office mondiale, mandando un messaggio di fiducia ai registi del Paese asiatico e oltre.
    Zhang Yan, professore della scuola di arti e media alla Beijing Normal University, ha affermato che ogni nazione con un'industria cinematografica relativamente matura considererà la Cina come un mercato importante.
    "Con infrastrutture solide e una popolazione di 1,4 miliardi di persone, il potenziale del nostro mercato cinematografico è enorme", ha precisato il professore.
    Secondo i dati rilasciati dalla China Film Administration e dal China Film Art Research Center, fino all'8 dicembre 2021 il numero di grandi schermi in Cina ha raggiunto quota 81.317, classificandosi al primo posto nel mondo. Negli ultimi cinque anni, la produzione cinematografica della Cina ha superato i 4.000 film e i biglietti venduti hanno superato gli 8 miliardi.
    "Dobbiamo inviare più film cinesi all'estero e far entrare più pellicole straniere, in modo da aumentare gli scambi bilaterali e far crescere ulteriormente il livello della produzione cinematografica nazionale", ha commentato Zhang Yan.
    La coproduzione è diventata una tendenza nella cooperazione tra registi nazionali e stranieri.
    "La coproduzione è sempre stata una forma importante nell'industria cinematografica, perché permette di fondere diverse culture insieme e ispirare nuove scintille creative nel processo artistico", ha osservato Zhang Jingyu, professore associato alla Communication University of China. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie