Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Patrimonio immateriale cinese attrae gli stranieri

(XINHUA) - CHONGQING, 22 GIU - Nel distretto di Banan della municipalità di Chongqing, nel sud-ovest della Cina, stranieri provenienti da Benin, Bangladesh, Ucraina e Russia hanno presentato "lettere di richiesta di apprendistato" e servito il tè ai loro maestri.
    Si tratta di un tradizionale rituale di accettazione, grazie al quale sono diventati gli apprendisti ufficiali degli eredi dei canti popolari Mudong, dei ritagli di carta Yanxing, della pittura con il ferro e di altre forme del patrimonio culturale immateriale cinese.
    Vivendo in Cina da appena due mesi e parlando a malapena il cinese, l'ucraina Rubtsova Aleksandra è rimasta affascinata dai canti popolari Mudong ed è diventata apprendista di Yu Lianghua, un erede di questa forma di patrimonio culturale intangibile nazionale che risale a tempi antichi.
    "Sono incuriosita dalle melodie e dalle belle storie che ci sono dietro", dichiara Rubtsova.
    "A quei tempi, i canti popolari erano esattamente come le canzoni pop di oggi". Il 78enne Yu racconta: "Eravamo soliti intonare i canti popolari dopo il lavoro agricolo per intrattenerci". (SEGUE)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie