Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: smaltite 159.000 ton di rifiuti sanitari

Oltre 6.000 tonnellate al giorno

(XINHUA) - PECHINO, 17 MAR - A partire dalla fine del mese di gennaio, la Cina ha smaltito 159.000 tonnellate di rifiuti sanitari durante il contrasto all'epidemia di COVID-19. Lo ha reso noto il ministero dell'Ecologia e dell'Ambiente di Pechino.
    Secondo una nota diffusa dal ministero cinese, la capacità di smaltimento dei rifiuti sanitari del Paese ha raggiunto le 6.058,8 tonnellate al giorno, in aumento rispetto alle 4.902,8 tonnellate giornaliere precedenti l'epidemia.
    I dati diffusi dal ministero di Pechino dimostrano che la capacità di smaltimento della provincia dello Hubei, epicentro dell'epidemia, è passata nello stesso periodo da 180 a 667,4 tonnellate al giorno.
    Le autorità ambientali cinesi hanno inoltre monitorato le 17.949 fonti d'acqua potabile in tutto il Paese e non hanno riscontrato alcun impatto dell'epidemia sulla qualità di queste sorgenti idriche.
    Il ministero cinese ha inoltre registrato un miglioramento della qualità dell'aria in 337 città monitorate. Secondo i dati, in queste aree è stata rilevata una buona qualità dell'aria nello 85,7% dei giorni compresi tra il 20 gennaio e il 14 marzo, in aumento di 10,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie