Responsabilità editoriale Xinhua.

Coronavirus: Cina invita Giappone a collaborare (3)

(XINHUA) - PECHINO, 27 FEB - Da parte sua, il ministro giapponese Motegi ha esteso il proprio sincero sostegno alla controparte cinese per le difficoltà e le perdite inflitte dal nuovo coronavirus e ha espresso la speranza che quest'epidemia sia presto contenuta grazie agli sforzi congiunti di tutto il popolo della Cina.
    In quanto amichevole vicino del Paese, ha sottolineato Motegi, il Giappone è disposto a continuare a cooperare al massimo con la Cina.
    Dopo aver espresso profonda gratitudine a Pechino per le forniture mediche donate al Giappone, il ministro nipponico ha condiviso l'opinione secondo cui i due Paesi, in qualità di due tra le più importanti economie del mondo, dovrebbero collaborare per salvaguardare la normale cooperazione economica e commerciale e garantire la stabilità delle filiere industriali e di approvvigionamento globali.
    Motegi ha poi informato Wang sugli ultimi sviluppi dell'epidemia in Giappone, affermando che nuovi casi confermati sono emersi sporadicamente in alcune aree del Paese, ma sottolineando come l'epidemia si sia per ora diffusa su scala limitata.
    Al momento, ha aggiunto il ministro giapponese, non si tratta ancora di un'epidemia diffusa. Secondo Motegi, le prossime due settimane saranno cruciali per il Giappone per contenere i contagi.
    Il governo nipponico, ha proseguito il ministro, ha elaborato una serie di politiche di risposta all'emergenza e adotterà varie misure per contenere la diffusione del virus. Motegi ha poi espresso la speranza che le controparti cinese e giapponese continuino a condividere le informazioni e a migliorare la comunicazione e la cooperazione bilaterale.
    Wang ha ribadito infine che i due Paesi, in quanto vicini, dovrebbero aiutarsi a vicenda.
    Il ministro cinese si è infatti detto fiducioso nelle capacità del Giappone di contenere efficacemente la diffusione dell'epidemia e spera che le Olimpiadi di Tokyo si terranno come previsto. (XINHUA)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie