Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Cucina italiana, in Bosnia focus su legami tra due Paesi

Cucina italiana, in Bosnia focus su legami tra due Paesi

Protagonista tradizione culinaria del Trentino, chef a Sarajevo

(ANSAmed) - SARAJEVO, 22 NOV - L'Ambasciata d'Italia a Sarajevo ha presentato la "VI Settimana della Cucina Italiana nel Mondo in Bosnia Erzegovina", che si svolgera' dal 22 al 28 novembre con un ricco programma di iniziative nel quadro dell'annuale rassegna promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale protesa alla valorizzazione della cultura enogastronomica italiana.
    L'edizione 2021 - ha spiegato l'Ambasciatore Marco Di Ruzza - si concentrerà sui legami che uniscono la cucina italiana a quella bosniaco-erzegovese, declinati lungo il tema della sostenibilità, dalla produzione al consumo degli alimenti.
    Contestualmente agli eventi di degustazione sono previsti dibattiti e approfondimenti sull'enogastromia contemporanea e sulla sostenibilità alimentare con esperti nutrizionisti ed esponenti della cucina locale fortemente legati per esperienza professionale alla cucina italiana, e da sempre promotori di sinergie tra le produzioni locali e la cucina del "Bel Paese".
    In linea con la storica presenza di importanti comunità di origini trentine in Bosnia-Erzegovina, l'edizione 2021 della "Settimana" contemplerà anche una specifica caratterizzazione regionale: protagonista sarà infatti la tradizione culinaria del Trentino, i cui piatti tipici saranno al centro di serate in programma presso ristoranti a Sarajevo, Mostar, Tuzla e Banja Luka. "Un ringraziamento particolare agli amici dell'Associazione Trentini nel Mondo - cosi' Di Ruzza - nostro partner nella realizzazione dell'ambizioso progetto che abbiamo voluto mettere a punto per promuovere le nostre migliori tradizioni enogastronomiche in Bosnia Erzegovina, anche fuori dalla capitale".
    Sempre nel quadro della "Settimana", studenti di istituti alberghieri di Sarajevo avranno l'opportunità di apprendere dagli chef trentini la preparazione di alcuni piatti emblematici della tradizione italiana, arricchendo il proprio background a vantaggio delle future prospettive professionali.
    Il 27 novembre la rassegna si concludera' con l'evento-clou: i rinomati chef trentini Elio Tonetta e Luca Agostini terranno una masterclass dal vivo nel centro di Sarajevo presso il Dom Mladih di Skenderija davanti a un variegato pubblico composto di esponenti locali, espressioni della comunita' internazionale e rappresentanti delle collettivita' italiane.
    Grazie alla collaborazione con ICE Agenzia, inoltre, una serie di prodotti italiani saranno disponibili a prezzi scontati presso una delle principali catene di supermercati in Bosnia-Erzegovina. L'iniziativa riflette l'importanza di instaurare partenariati con i grandi distributori locali al fine di agevolare la diffusione dei prodotti italiani presso i consumatori in Bosnia-Erzegovina, che evidenziano da sempre un marcato apprezzamento verso il "Made in Italy" alimentare.
    (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie