Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Medio Oriente
  4. Al Jazeera denuncia Israele all'Aja per la morte della giornalista Shireen Abu Akleh

Al Jazeera denuncia Israele all'Aja per la morte della giornalista Shireen Abu Akleh

Fu uccisa a Jenin nel maggio scorso, secondo l'emittente 'la tesi che sia stata uccisa per sbaglio è completamente infondata'

Al Jazeera ha denunciato Israele alla Corte Penale internazionale dell'Aja per la morte della giornalista palestino-americana Shireen Abu Akleh, uccisa a maggio scorso a Jenin in Cisgiordania in scontri con l'esercito.
Lo riferiscono i media secondo cui l'emittente del Qatar ha nuove prove che dimostrano che i soldati israeliani spararono direttamente verso la giornalista.

"La tesi che Shireen - ha detto il network - sia stata uccisa per sbaglio in uno scambio di colpi è completamente infondata". Al Jazeera ha precisato che le nuove prove si basano su nuove testimonianze di persone sul posto, sull'esame di video ed evidenze forensi.

"Le prove presentate alla Corte - ha spiegato l'emittente su twitter - ribaltano le tesi delle autorità israeliane che la giornalista sia stata uccisa in uno scambio a fuoco". Inoltre, le stesse prove - ha continuato al Jazeera che ha diffuso un documentario sulle circostanze della morte - "confermano, al di la di ogni dubbio, che non c'erano scambi di colpi d'arma da fuoco nella zona dove si trovava la giornalista se non quelli indirizzati direttamente a lei dalle Forze di occupazione israeliane. Le evidenze mostrano che questa uccisione deliberata faceva parte di una campagna più vasta per colpire e silenziare Al Jazeera".

Israele - al termine di una lunga indagine, anche sul proiettile che centrò la giornalista - ammise che c'era "un'alta probabilità" che la giornalista fosse stata colpita "accidentalmente" dai tiri dei soldati, anche se non era "possibile determinare in modo inequivoco la fonte" dei colpi.

Il premier israeliano ad interim YairLapid ha risposto alle accuse sottolineando che "nessuno interrogherà o indagherà i soldati dell'esercito israeliano. Nessuno ci può fare la morale sul comportamento in guerra, tanto meno la rete tv Al Jazeera".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Modifica consenso Cookie