Israele, è solo l'inizio. Hamas, pronti se vuole escalation

Haniyeh, 'se vuole fermarsi, pronti a farlo anche noi'

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 MAG - "Ai leader del mondo dico: nessun Paese sovrano potrebbe mai accettare che si apra il fuoco contro i suoi centri abitati. Abbiamo il diritto ed il dovere di agire": lo ha affermato il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz al termine di una consultazione con il premier Benjamin Netanyahu e con i vertici militari. "Abbiamo attaccato centinaia di obiettivi, ed è solo l'inizio".
    Pronta la replica di Hamas che si dice "pronto" ad affrontare un'intensificazione degli attacchi israeliani nella Striscia di Gaza. Lo ha detto il suo leader, Ismail Haniyeh, in un discorso televisivo.
    "Se Israele vuole un'escalation, la resistenza è pronta, se vuole fermarsi siamo pronti anche noi", ha detto Haniyeh, invitando le forze di sicurezza israeliane a ritirarsi dalla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie