Covid: Ramadan, in 70 mila sulla Spianata delle Moschee

L'anno scorso era rimasta deserta nelle settimane del digiuno

(ANSAmed) - TEL AVIV, 16 APR - Oltre 70 mila fedeli islamici hanno preso parte oggi nella Spianata delle Moschee di Gerusalemme alle preghiere del primo venerdì del Ramadan in quello che viene ritenuto il più vasto assembramento di palestinesi dall'inizio della pandemia. Lo riferisce la agenzia Wafa secondo cui dalla Cisgiordania hanno raggiunto Gerusalemme 10 mila fedeli dotati di certificati di vaccinazione. Altri invece, secondo la agenzia, non sono riusciti a superare i posti di blocco israeliani.
    Le immagini della Spianata piena di fedeli hanno comunque destato emozione, perché l'anno scorso durante il Ramadan era stata tenuta deserta. Nel suo sermone, ha aggiunto la Wafa, lo sceicco Ikrama Sabri ha fatto appello ai musulmani in tutto il mondo a mobilitarsi di fronte "alle aggressioni israeliane contro Gerusalemme e i suoi Luoghi Santi".
    A Gaza a causa della pandemia il traffico automobilistico è rimasto bloccato anche questo week-end. Le preghiere del Ramadan si sono svolte nelle moschee di quartiere, dove è stato imposto il distanziamento sociale. La città, secondo fonti locali, appare semideserta: di giorno per il digiuno e di notte per un 'coprifuoco sanitario'. (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie