L'Iran avvia l'arricchimento dell'uranio al 60% a Natanz

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Abbas Araghchi

(ANSA) - TEHERAN, 13 APR - L'Iran ha avviato l'arricchimento dell'uranio al 60% nell'impianto nucleare di Natanz: lo ha annunciato il vice ministro degli Esteri Abbas Araghchi.
    Araghchi ha detto di avere comunicato la decisione iraniana in una lettera inviata all'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea). Il vice ministro è arrivato poche ore fa a Vienna per partecipare ad una nuova riunione del comitato congiunto dell'accordo sul nucleare del 2015, che comprende Gran Bretagna, Francia, Germania, Russia e Cina e che sta discutendo sulla possibilità di un rientro degli Usa nell'intesa, da cui l'amministrazione dell'allora presidente Donald Trump è uscita nel 2018.
    Sabato l'Iran aveva annunciato di avere avviato una nuova catena di centrifughe 164 IR-6 nell'impianto di Natanz per l'arricchimento dell'uranio e di avere cominciato a sperimentare le centrifughe IR-9 che dovrebbero arricchire l'uranio 50 volte più velocemente di quelle di prima generazione. Il giorno dopo un incidente, che Teheran ha attribuito ad una piccola esplosione provocata da un "sabotaggio" di Israele, ha parzialmente danneggiato l'impianto. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie