Coronavirus: Israele, oltre 80 mila casi da inizio pandemia

In aumento vittime, giunte a 597. In quarantena Ahmed Tibi

(ANSA) - TEL AVIV, 09 AGO - Hanno sorpassato gli 80mila casi le infezioni da Covid 19 in Israele da inizio pandemia. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità secondo cui i nuovi positivi nelle ultime 24 ore sono stati 763, a fronte tuttavia di un numero molto limitato di test, visto che ieri era shabbat, il tradizionale giorno di riposo ebraico. Anche in questo caso, però il tasso di infezione resta alto con l'8.8%. In aumento anche le vittime, arrivate a 597. Gli attuali positivi sono oltre 25mila con 394 casi gravi.
    Intanto anche il leader, e deputato, della Lista Araba Unita Ahmed Tibi è entrato in quarantena dopo essere entrato in contatto con un positivo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie