Artisti in Iran per sospensione sanzioni

In Italia l'Anac aderisce all'iniziativa

Decine di artisti iraniani hanno firmato un appello ai loro colleghi nel mondo perché chiedano agli Usa di sospendere le sanzioni contro l'Iran nel momento in cui il Paese fa fronte alla pandemia di coronavirus.

"In questo momento tutti noi, indifferentemente dalle posizioni geografiche e politiche, stiamo affrontando un comune nemico mortale", sottolineano gli autori dell'iniziativa, tra i quali figurano l'attrice e regista Rakhshan Banietemad, lo scultore Parviz Tanavoli, la coreografa Farzaneh Kaboli, i cantanti Hossein Alizadeh e Homayun Shajarian.

"Magari prima che sia troppo tardi, prima che pure qualcuno di noi resti senza respiro - prosegue il testo - gli artisti impegnati ed influenti sull'opinione pubblica farebbero bene a raccontare la storia dell'oppressione e dell'isolamento ai danni del popolo iraniano, facendo appello ai politici ed ai potenti del mondo". "Per noi artisti iraniani, in questo momento d'emergenza umanitaria - si legge ancora nell'appello - è di vitale importanza sapere cosa voi, artisti di tutto il mondo, pensate delle condizioni in cui si trovano i nostri cittadini contagiati, bambini ed anziani ammalati di coronavirus, delle carenze disastrose della comunità dei medici iraniani e del sistema sanitario al collasso tra l'emergenza e le sanzioni. E' fondamentale sapere come pensate di sostenerci".

In Italia l'Associazione nazionale autori cinematografici (Anac) ha aderito all'iniziativa. "Le autrici e gli autori italiani dell’Anac - si legge in un comunicato - sostengono gli artisti e il popolo iraniani, oppressi da questa terribile emergenza. Non possono e non devono sussistere sanzioni in un momento di assoluto bisogno come quello della pandemia, sanzioni che provocano grandi difficoltà a reperire adeguati strumenti e misure idonei a contenere il virus". "Aderiamo - conclude la nota - alla lettera degli
artisti iraniani. Invitiamo tutti a firmarla e a farla circolare il più possibile".

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie