Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Europa
  4. Davos: Sanna Marin, parlate della mia agenda, non di me

Davos: Sanna Marin, parlate della mia agenda, non di me

La premier finlandese, Mosca va sconfitta

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - "Non mi piace l'atmosfera politica che si crea quando ci si concentra troppo sulla persona, anziché dei contenuti, dei temi, dell'agenda".
    E' lo sfogo-riflessione di Sanna Marin durante un panel del Forum economico mondiale. Con la premier finlandese che, dopo un'intervista tutta centrata sulla guerra russa in Ucraina e sulla richiesta di Finlandia e Svezia di entrare nella Nato, alla fine non può evitare la domanda sullo 'scandalo' che l'aveva colpita pochi mesi fa per i video i cui era ripresa durante una serata di balli fra amici.
    "Ci si concentra troppo sulle persone, invece vorrei che si parlasse dei contenuti" è la frecciata ala copertura mediatica riservata alla premier finlandese. Una riflessione che si accompagna alla domanda 'cosa sarebbe successo se al posto mio ci fosse stato un uomo' e che, all'audience globale di Davos, rivolge una postilla sulla "uguaglianza di genere che in Finlandia è sempre stata molto importante. Siamo un Paese piccolo e non ce la faremmo senza mobilitare tutte le risorse che abbiamo".
    Il processo di adesione alla Nato per Finlandia e Svezia "deve andare mano nella mano, perché i due Paesi posseggono tutti i requisiti", aveva detto la premier poco prima che l'intervista virasse, appunto, sul personale. E alle reticenze (ricatti, secondo alcuni osservatori) della Turchia la risposta è che "la ratifica sarebbe dovuta andare più velocemente". Per la Finlandia "la sicurezza è fondamentale" e se prima poteva esserci cooperazione con la Russia, la guerra impone che Mosca sia sconfitta: "Altrimenti il mondo saprà che non ci sono regole né principi, che vale solo la legge del più forte". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie