Il figlio di Mladic non esclude una richiesta di revisione

'Esiste una gran quantità di altri documenti da esaminare'

(ANSA) - BELGRADO, 09 GIU - Il figlio di Ratko Mladic, Darko, non ha escluso la richiesta di revisione del processo a carico del padre, condannato definitivamente all'ergastolo ieri dal Tribunale dell'Aja. Citato oggi dai media a Belgrado, Darko Mladic - che ieri ha assistito nella città olandese al pronunciamento della sentenza d'appello - ha ammesso che non sarà facile arrivare ad una eventuale revisione del procedimento, ma che è possibile trovare e disporre di una gran quantità di nuova documentazione custodita a suo avviso in numerosi archivi.
    La sentenza d'appello di ieri che ha condannato al carcere a vita Ratko Mladic per genocidio, crimini di guerra e contro l'umanità è definitiva e non è possibile presentare ulteriori ricorsi. L'ex generale serbo-bosniaco, ritenuto responsabile in primo luogo del genocidio di Srebrenica e dell'assedio di Sarajevo nella guerra di Bosnia del 1992-1995, resta detenuto nel penitenziario di Scheveningen, alle porte dell'Aja, in attesa di un suo possibile trasferimento in un altro carcere europeo, sulla base alla disponibilità accordata da vari Paesi.
    Nelle scorse settimane Radovan Karadzic, l'ex capo politico dei serbi di Bosnia e stretto collaboratore di Mladic, anch'egli condannato all'ergastolo all'Aja, è stato trasferito in un carcere del sud della Gran Bretagna. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie