Spagna: legge ritarda prescrizione in casi di abuso a minori

Approvata alla Camera, concede più diritti alle vittime

(ANSA) - MADRID, 15 APR - Una nuova legge approvata dalla Camera dei deputati spagnola ritarda il periodo di prescrizione in casi di abuso a minori: il calcolo inizierà solo a partire da quando la vittima ha compiuto i 35 anni, mentre adesso comincia a partire dai 18 anni. Lo riportano i media spagnoli, che descrivono la norma come un passo avanti che situa la Spagna all'avanguardia in questo ambito.
    La legge, approvata con ampia maggioranza, prevede anche altre misure per tutelare i bambini in casi di violenze, situazioni che spesso finiscono nell'impunità: tra le altra cose, stabilisce la possibilità di privare della patria potestà persone condannate per omicidio o violenze su donne o minori, include reati commessi su internet, stabilisce unità specializzate nelle forze dell'ordine e prevede che le vittime debbano deporre solo una volte di fronte al giudice, all'inizio della causa, senza dover poi presentarsi nel corso del processo.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie