• In Danimarca stop definitivo ad AstraZeneca. Ue orientata a privilegiare vaccini a mRna

In Danimarca stop definitivo ad AstraZeneca. Ue orientata a privilegiare vaccini a mRna

Bruxelles orientata a privilegiare i vaccini a Rna messaggero

Fuori i vaccini a vettore virale, dentro quelli a Rna messaggero. Mentre la Danimarca diventa il primo Paese europeo ad abbandonare definitivamente AstraZeneca - e in attesa del parere dell'Ema su Johnson & Johnson la settimana prossima - la Commissione Ue è orientata a mettere in panchina questa tipologia, del quale fanno parte anche Sputnik e l'italiano ReiThera, e accelerare su quelli che 'ingannano' il coronavirus come Pfizer. E' stata la presidente della Commissione Ursula von der Leyen ad annunciare di aver raggiunto un accordo con Pfizer per velocizzare l'approvvigionamento del suo vaccino, con 50 milioni di dosi aggiuntive che saranno consegnate nelle prossime settimane e altri 1,8 miliardi nel periodo 2021-23.

"Come possiamo vedere dall'annuncio di J&J di ieri, ci sono ancora produttori in grado di far deragliare i piani delle consegne, perciò è importante agire rapidamente e adeguarsi. Facciamo tutto ciò che è in nostro potere per sostenere la campagna vaccinale, e per aumentare le forniture nei prossimi mesi", ha detto von der Leyen. Il nuovo accordo con Pfizer, ha spiegato la leader della Commissione Ue, comporterà che non solo la produzione dei vaccini ma anche quella dei componenti essenziali abbiano sede nell'Unione europea.

La Danimarca intanto sospenderà definitivamente l'uso del vaccino anti-Covid di AstraZeneca, ha reso noto l'emittente televisiva pubblica Tv2, citando fonti anonime, secondo quanto riporta il Guardian. 

L'emittente pubblica danese ha aggiunto che verrà diffuso un programma aggiornato delle vaccinazioni, nel quale il farmaco della compagnia anglo-svedese non sarà più incluso. Tv2, sul sito, spiega di aver ricevuto questa informazione da fonti anonime, ma ha deciso di pubblicarla ritenendola rilevante per il pubblico. L'utilizzo di AstraZeneca in Danimarca era stato sospeso l'11 marzo, per approfondire i possibili legami tra il vaccino ed episodi di coaguli, rari ma gravi. Con l'esclusione di AstraZeneca, secondo gli esperti citati dal Copenaghen Post, il programma di vaccinazione potrebbe non essere completato prima della fine dell'anno.

E l'Ema fa sapere in una nota che "sta indagando su tutti i casi segnalati" riguardo al vaccino di Johnson & Johnson "e deciderà se è necessaria un'azione normativa. L'agenzia sta lavorando a stretto contatto con la Fda statunitense e altri regolatori internazionali. L'Ema sta accelerando questa valutazione e attualmente prevede di emettere una raccomandazione la prossima settimana". Mentre la revisione è in corso, l'authority Ue "rimane dell'opinione che i benefici del vaccino nella prevenzione del Covid-19 superino i rischi degli effetti collaterali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie