Navalny 'minacciato di alimentazione forzata'

In sciopero della fame, trasferito dall'infermeria in cella

(ANSA) - MOSCA, 12 APR - L'oppositore russo in carcere Alexei Navalny, in sciopero della fame, è stato trasferito dall'infermeria della colonia penale IK-2 di Pokrov in una cella e "ogni giorno l'amministrazione minaccia di iniziare l'alimentazione forzata": lo riferisce la testata online Meduza citando l'account Twitter del dissidente. "Vedendo la serietà dello sciopero della fame, ogni giorno l'amministrazione minaccia di iniziare l'alimentazione forzata. Ancora non lo fanno visitare da un medico", si legge nel Twitter ripreso da Meduza. Dopo l'arrivo nella colonia penale, secondo il tweet citato da Meduza, Navalny ha perso 15 chili e ora pesa 77 chilogrammi. Il 6 aprile, la legale del dissidente, Olga Mikhailova, aveva fatto sapere che Navalny aveva perso 13 chili dietro le sbarre, di cui otto ancor prima di iniziare il digiuno. Navalny ha annunciato lo sciopero della fame per chiedere cure adeguate per i dolori alla schiena e per l'intorpidimento delle gambe che accusa da tempo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie