Regno Unito aderirà all'accordo di libero scambio transpacifico

Ministra britannica Truss chiederà domani l'ingresso nel Cptpp

 Il Regno Unito richiederà l'adesione all'accordo di libero scambio transpacifico, il Partenariato transpacifico globale e progressivo (Cptpp). Lo ha annunciato in una dichiarazione il dipartimento del Commercio internazionale btitannico.
    La ministra Liz Truss chiederà ufficialmente domani l'adesione del Regno Unito a questo accordo di libero scambio che riunisce undici paesi della zona del Pacifico tra cui Australia, Canada, Cile, Giappone, Messico e Vietnam. 

   I negoziati tra Londra e i partner del Cpttp dovrebbero iniziare quest'anno, comunica il ministero. Un anno dopo che Londra ha lasciato l'Unione Europea "stiamo creando nuove partnership che porteranno enormi benefici economici al popolo del Regno Unito", ha commentato il primo ministro britannico Boris Johnson. Il Cpttp è stato lanciato nel 2019 per rimuovere le barriere commerciali tra i suoi undici paesi (Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malaysia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam), che rappresentano quasi 500 milioni di consumatori nella regione Asia-Pacifico. Il suo obiettivo è anche quello di contrastare la crescente influenza economica della Cina. Il Cptpp è la nuova versione del Partenariato trans-Pacifico (Tpp), che gli Stati Uniti abbandonarono con Donald Trump nel 2017. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie