Navalny, Borrell: 'Molto preoccupati per ondata di arresti'

Discussione con ministri Esteri Ue. Staff Navalny, 'il 31 in piazza, per giustizia e libertà'

"In Russia sono stati arrestati oltre tremila manifestanti. Questa ondata di detenzioni ci preoccupa molto, e ci preoccupa la detenzione di Navalny. Ne discutiamo oggi con i ministri degli esteri dell'Ue". Così l'Alto rappresentante, Josep Borrell, a margine della riunione, a Bruxelles.

Staff Navalny, 'il 31 in piazza, per giustizia e libertà' - "Il 31 gennaio alle 12. In tutte le città della Russia. Per la libertà di Navalny. Per la libertà di tutti. Per la giustizia. Tutti i dettagli più tardi". Lo ha scritto su Twitter Leonid Volkov, coordinatore delle sedi regionali del Fondo Anti-Corruzione di Navalny annunciando un nuovo appello a scendere in piazza.

La polizia di San Pietroburgo ieri ha fermato circa 40 persone sul Nevsky Prospekt, vicino alla stazione della metropolitana Gostiny Dvor. Gli agenti, stando a quanto riportato da Rain e Fontanka, hanno bloccato dei passanti e li hanno caricati su un autobus. Poi sono stati portati al 5° dipartimento di polizia sull'argine del canale Obvodny. A quel punto sono stati stilati i protocolli amministrativi per aver preso parte a un raduno non autorizzato a favore di Alexey Navalny - secondo la polizia almeno 350 persone vi hanno partecipato. Ma il quartier generale di Navalny non ha annunciato (e non ha condotto) alcuna azione a San Pietroburgo domenica 24 gennaio. Lo riporta la testata indipendente Meduza.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie