Ocse, tabagismo resta prima causa di morte prematura in Ue

'Circa 700.000 decessi all'anno'

 Il tabagismo "resta la principale causa di morti premature nell'Unione europea, con circa 700.000 decessi all'anno": questo l'avvertimento lanciato dall'Ocse nel rapporto 'Health at a Glance' presentato oggi a Parigi.
    "Nonostante i progressi realizzati nella riduzione del tabagismo nel corso degli ultimi decenni - precisa l'Ocse - il consumo di tabacco resta il principale fattore di rischio comportamentale per la salute, contribuendo a circa 700.00 morti all'anno nei Paesi dell'Ue". Vi si aggiunge il consumo eccessivo di alcol "che contribuisce a circa 255.000-290.000 decessi annuali nei paesi dell'Ue". "Un terzo degli adulti segnalano almeno un episodio di consumo intenso ('binge drinking') nel corso dell'ultimo mese e oltre un quinto degli adolescenti di 15 anni dichiara di essere stati in stato di ebbrezza più di una volta nella vita". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie