Nave turca torna nell'Egeo. Grecia: 'minaccia alla pace'

La mossa rischia di riaccendere le tensioni con la Grecia

 

La Turchia ha annunciato che intende rimandare nel Mediterraneo orientale la nave da ricerca Oruc Reis, già al centro di una lite sui diritti energetici con la Grecia, una mossa che potrebbe riaccendere le tensioni con Atene. La Marina turca ha detto che la nave svolgerà attività nell'area, spostandosi anche a sud dell'isola greca di Kastellorizo, da oggi fino al 22 ottobre. Lo si apprende da un messaggio inviato al sistema di allerta marittima Navtex.

Il nuovo invio della nave di esplorazione nel Mediterraneo orientale costituisce "una minaccia diretta alla pace e alla sicurezza nella regione" da parte della Turchia. Lo ha dichiarato il ministero degli esteri greco in una nota.

Da agosto, i due paesi si contendono i diritti per la ricerca di gas naturale in questo tratto di Mediterraneo. Una disputa che sta alimentando la tensione tra Ankara e Ue ed anche all'interno della Nato.


   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie