Migranti: von der Leyen, aboliremo sistema di Dublino

A giorni un nuovo piano. 'Il principio dell'Ue è salvare vite'

 "Nel nuovo piano" sulle migrazioni che sarà presentato a breve, "verrà abolito il regolamento di Dublino e sarà sostituito da un nuovo sistema di governance". Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento di chiusura al Parlamento europeo. "Il regolamento di Dublino sarà sostituito da una nuova governance europea della gestione delle migrazioni, avrà una struttura comune per quello che riguarda gli asili ed i rimpatri, ed avrà anche un meccanismo di solidarietà molto forte ed incisivo", confermando il principio guida dell'Ue che è quello di "salvare vite", un principio che - ha detto - "non è un'opzione. Poi bisogna vedere chi ha il diritto di restare oppure no. In ogni caso - ha detto - ci vuole la solidarietà di tutta l'Unione per affrontare questo problema". "Ci sarà un dibattito su questo, punti su cui andremo d'accordo e meno. So che anche la presidenza tedesca vuole avere dei risultati" su questo, ha aggiunto. Il nuovo patto europeo sulle migrazioni, ha riferito via twitter il commissario all'economia Paolo Gentiloni, sarà presentato la prossima settimana dalla Commissione Ue. 

"Dobbiamo costruire un'unione della sanità". Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo primo discorso sullo stato dell'Unione, all'Eurocamera, a Bruxelles. "Col presidente del consiglio Giuseppe Conte e la presidenza italiana del G20 organizzeremo un vertice globale sulla sanità, in Italia, per dimostrare che l'Europa c'è per proteggere" i cittadini. 

"Tutti nell'Unione devono avere i salari minimi. Funzionano ed è giunto il momento che il lavoro ripaghi". "Abbiamo una nuova strategia per Schengen" per rafforzare il nostro mercato interno.

"La missione del Green Deal comporta molto di più che un taglio di emissioni, si tratta di creare un mondo più forte in cui vivere. Dobbiamo cambiare il modo in cui trattiamo la natura. E' per questo che il 37% di Next Generation EU (Recovery Fund) sarà speso per i nostri obiettivi del Green deal. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo primo discorso sullo stato dell'Unione, all'Eurocamera, a Bruxelles.

"Non c'è mai stato un momento migliore per investire nell'industria tecnologica europea. Il 20% di Next Generation Eu (Recovery Fund) sarà investito sul digitale. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo primo discorso sullo stato dell'Unione, all'Eurocamera, a Bruxelles. La presidente ha annunciato la creazione di un "cloud europeo" per la conservazione dei dati, "nel quadro di GaiaX", spiegando di puntare sullo "sviluppo di 5G, 6G e fibra di vetro", per raggiungere la "sovranità digitale dell'Europa" e stabilire "un'identità digitale europea sicura"

"Assicureremo che i soldi del Bilancio europeo e Next Generation Eu (Recovery Fund) siano spesi con le garanzie sullo stato di diritto. Questo non è negoziabile". Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo discorso sullo stato dell'Unione, al Parlamento europeo.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie