Grecia: almeno 5 morti e un disperso sull'isola di Evia

Anche un bambino tra le vittime

   Cinque persone, tra cui un bambino, sono morte e un'altra persona è data per dispersa sull'isola greca di Evia, chiamata anche Eubea, colpita da piogge torrenziali e inondazioni che hanno danneggiato decine di case e reso impercorribili le strade. L'isola si trova non lontana dalla costa, 100 chilometri a nord-est di Atene.
    Un bambino di otto mesi è stato trovato morto in una casa allagata nel villaggio di Politika, ha detto un portavoce dei vigili del fuoco. I genitori sono rimasti illesi. Ore prima, un uomo e una donna, entrambi ottantenni, sono stati trovati privi di sensi dai vigili del fuoco in due case dello stesso villaggio, ha detto il portavoce.
    Il vice ministro della Protezione civile Nikos Hardalias aveva detto in precedenza che cinque persone erano morte e due risultavano disperse. Ma un portavoce dei servizi di emergenza locali ha detto più tardi all'Afp che "una donna è stata trovata viva, mentre i soccorritori stanno cercando la seconda persona scomparsa, un uomo". La donna, riferisce l'agenzia di stampa ANA, è stata individuata da un elicottero. Era stata stata spazzata via dall'acqua nella sua casa nel villaggio di Bourtsi.
    Vivevano nello stesso villaggio altre due persone decedute, un uomo di 74 anni e una donna di 73 anni.
    Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha espresso il suo "profondo dolore per la perdita di vite umane" e ha detto che lunedì visiterà l'isola, la seconda per estensione dopo Creta.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie