Ortodossi, 'Santa Sofia inasprisce scontro religioni'

Elpidophoros d'America all'ANSA, 'condanna patriarca Bartolomeo'

"Sua Santità Bartolomeo", patriarca ecumenico di Costantinopoli, "deplora l'inasprimento delle divisioni nel mondo tra le religioni, che la decisione su Santa Sofia sembra inevitabilmente e sfortunatamente provocare".
    Lo ha detto in un'intervista all'ANSA l'arcivescovo Elpidophoros d'America, massima autorità della chiesa greco-ortodossa nel continente, alla vigilia della prima preghiera dopo la riconversione da museo in moschea del monumento simbolo di Istanbul.
    I giorni della conquista e del dominio di un gruppo su un altro dovrebbero essere finiti, perché questo pensiero limitato non fa bene a nessuno. La pandemia, ci ha dimostrato nel modo più terribile quanto siamo davvero interconnessi e interdipendenti", ha proseguito l'arcivescovo, che è anche cittadino turco e per 8 anni è stato abate del prestigioso monastero della Santa Trinità sull'isola di Heybeliada, al largo di Istanbul.
    Sulla riconversione di Santa Sofia, ha aggiunto, "speravamo tutti in un esito diverso, e continueremo a sperare che la ragione, il rispetto e la riconciliazione finiscano per prevalere". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie