Russia, 'torture su Testimoni di Geova'

Lo denuncia il portavoce del gruppo religioso

(ANSA) - MOSCA, 20 FEB - Almeno sette Testimoni di Geova detenuti in Russia sarebbero stati torturati dagli investigatori a Surgut, in Siberia: lo denuncia il portavoce del gruppo religioso, Jarrod Lopes, interpellato dal Moscow Times. Secondo Lopes, gli agenti avrebbero anche torturato le loro vittime con l'acqua e con pistole elettriche. - "Gli agenti - racconta Lopes - hanno spogliato gli uomini, hanno messo una borsa sulla testa di ogni sospetto e l'hanno avvolta col nastro. Dopo hanno legato loro le mani dietro la schiena, gli hanno rotto le dita e li hanno colpiti al collo, ai piedi e ai fianchi". L'organizzazione religiosa dei Testimoni di Geova è stata dichiarata "estremista" in Russia, dove le autorità sono accusate di perseguitare i fedeli del gruppo cristiano antitrinitario. L'altro ieri un tribunale russo ha per la prima volta condannato un Testimone di Geova, il danese Dennis Christensen, a una pena detentiva: sei anni di reclusione per aver professato la propria fede religiosa.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie