Brexit: Soros, altri 100.000 $ ai pro-Ue

Miliardario Usa sfida le polemiche sulle sue interferenze in Gb

(ANSA) - LONDRA, 12 FEB - George Soros raccoglie la sfida di chi ne aveva denunciato l'interferenza nella politica britannica annunciando di voler aggiungere 100.000 dollari ai 400.000 già promessi nei giorni scorsi a sostegno della campagna 'Open Britain', che mira di fatto a bloccare la Brexit. A confermare la nuova donazione, riporta il Guardian, è stata Eloise Todd, chief executive di 'Open Society Foundation': fondazione che fa capo al finanziere miliardario americano di origine ungherese.
    "Il futuro del Regno Unito rispetto all'Ue - secondo Todd - non è ancora una questione chiusa, c'è ancora un voto parlamentare da affrontare e la gente di questo Paese ha il diritto di sapere la verità riguardo alle opzioni sul tavolo: una delle quali è restare con un ruolo guida nell'Unione".
    L'iniziativa di Soros ha suscitato polemiche da parte dei 'brexiteers' e accuse di "complotti" (che hanno fatto gridare qualcuno all'antisemitismo) per cercare di far cadere il governo Tory di Theresa May.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie