Mondo

Spagna apre a discendenti ebrei cacciati

523 anni dopo la 'diaspora', potranno chiedere la cittadinanza

 Il Parlamento spagnolo ha definitivamente approvato il progetto di legge - ispirato a quello portoghese - che dà la possibilità ai discendenti degli ebrei sefarditi, cacciati nel 1492 da Isabella di Castiglia e Ferdinando d'Aragona, di chiedere la nazionalità spagnola. Le domande dei discendenti della 'diaspora' di cinque secoli fa saranno valutate a partire dal prossimo ottobre: se accettate, il passaporto si potrà ottenere entro tre anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie