Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: occupazione stabile ai livelli pre-pandemici

In primi sei mesi 2021 6,98 mln di nuovi posti lavoro

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 23 LUG - La Cina ha registrato un livello di occupazione generalmente stabile quest'anno grazie alla ripresa economica e alle politiche di sostegno, con un aumento delle assunzioni online e offline.
    Nella prima metà del 2021, sono stati generati 6,98 milioni di nuovi posti di lavoro nelle città, ovvero il 63,5% dell'obiettivo annuale del Paese. Si tratta di un aumento di 1,34 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, come ha spiegato Zhang Ying, funzionario del ministero delle Risorse Umane e della Previdenza Sociale, in una conferenza stampa di ieri.
    I dati ufficiali hanno anche mostrato che il tasso di disoccupazione urbana rilevato nel Paese è sceso dal 5,5% di febbraio al 5% di giugno, con un calo di 0,7 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2020 e tornando più o meno agli stessi livelli pre-pandemici di giugno 2019.
    Per consentire a più persone in cerca di lavoro di accedere alle opportunità disponibili, la Cina ha anche lanciato specifiche campagne di reclutamento online, tra cui una conclusasi mercoledì incentrata sulle micro, piccole e medie imprese, sulle nuove infrastrutture, sull'e-sport e sull'agricoltura, fornendo 200.000 posizioni da un totale di 17.000 datori di lavoro diversi. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie