Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina-Italia: firmato accordo su industria green intelligente

Cooperazione tra industria, università e ricerca

(ANSA-XINHUA) - GUANGZHOU, 05 FEB - Un accordo riguardante l'industria verde intelligente è stato firmato ieri durante il China-Italy Smart Green Industry-University-Research Cooperation Seminar a Guangzhou, nella provincia meridionale del Guangdong.
    L'accordo, raggiunto tra la Guangzhou EnviroVest Environment Technology e lo SMACT Competence Center in Italia, è ritenuto il primo accordo di investimento sull'industria verde intelligente mai firmato tra Guangzhou e l'Europa dalla conclusione dei negoziati del trattato sugli investimenti tra Cina e UE.
    Song Wenying, presidente di EnviroVest, ha detto che la conclusione nei tempi previsti dei negoziati del trattato Cina-Ue sugli investimenti ha riaffermato il brillante futuro della cooperazione tra le aziende di Guangzhou e i Paesi dell'UE e ha anche accelerato i negoziati per gli investimenti tra le due parti.
    Song ha aggiunto che le due parti stabiliranno congiuntamente piattaforme internazionali di innovazione tecnologica in Cina e in Europa, e svolgeranno una ricerca cooperativa nei campi del risparmio energetico, della protezione ambientale e della tecnologia intelligente avanzata.
    Inoltre, secondo l'accordo, l'azienda fornirà opportunità di pratica e formazione al di fuori del campus universitario per gli studenti dell'Università di Padova e delle università all'interno dello SMACT, un consorzio di università, centri di ricerca e una lunga lista di imprese avviato dal ministero dello Sviluppo Economico italiano.
    Secondo Fabrizio Dughiero, presidente dello SMACT Competence Center, lo stesso SMACT rappresenta l'attuazione nel Nord-est di una cooperazione tra industria, università e ricerca.
    Denis Bastieri, professore dell'Università di Padova e direttore del programma di collaborazione Smart Green Industry-University-Research (SGIUR) ha detto che all'inizio, la cooperazione inizierà con la ricerca da parte italiana e l'applicazione industriale da parte cinese.
    "Il secondo passo della nostra collaborazione sarà una collaborazione industriale tra pari tra Cina e Italia", ha detto Bastieri. (ANSA-XINHUA).
   

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie