Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: a Tianjin trovato il coronavirus sui gelati

Erano stati prodotti con ingredienti importati

(ANSA-XINHUA) - TIANJIN, 14 GEN - Le autorità della municipalità di Tianjin in Cina settentrionale stanno rintracciando gelati contaminati dal nuovo coronavirus dopo che tre campioni sono risultati positivi al virus.
    Tutte le scorte della Tianjin Daqiaodao Food sono state sigillate dopo che i campioni inviati dall'azienda al centro municipale per il controllo delle malattie martedì 12 gennaio e ieri sono risultati positivi al coronavirus.
    Le indagini epidemiologiche preliminari mostrano che l'azienda ha prodotto il lotto di gelato utilizzando materie prime come latte in polvere importato dalla Nuova Zelanda e il siero di latte in polvere importato dall'Ucraina.
    Alle 14 di oggi tutti i 1.662 dipendenti dell'azienda sono stati messi in quarantena e sottoposti a tampone molecolare. Di questi, 700 risultano negativi a COVID-19 mentre i risultati dei test sulle 962 persone rimanenti non sono ancora stati annunciati.
    Le autorità hanno adottato misure per sanificare l'ambiente, mettere in quarantena i contatti ravvicinati e rintracciare il gelato che è stato venduto. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie